Monthly Archive for Febbraio 2006

LA ZIA DOTTORESSA


Mi viene da ridere sapere e vedere che in ognuno di noi c?è lo spirito di indossare le vesti del dottore.

Persone comuni (più che altro parenti) che hanno solamente la licenza media e che si divertono a giocare il ruolo del medico che guarisce il malato senza però avere nessun tipo di titolo che possa garantire la veridicità di quanto sostengono.
Nella mia famiglia(come credo in moltissime altre) ho una zia così. Arriva in casa quando mia nonna stà male e inizia a consigliare farmaci su farmaci e a dire di andare dal medico per farsi prescrivere quello da lei consigliato, poi afferma che tale medicinale lo prendono tutti in casa sua e dunque è doveroso far sapere che è il più efficace esistente in commercio, magari è un semplice farmaco generico che come tutti i farmaci generici hanno lo stesso principio attivo ma differiscono per il nome, ma nonostante questo quello che prende lei è sempre sempre il migliore.

Quando una volta mia nonna aveva la febbre e il mal di gola provai a pronunciarmi dicendo che sicuramente il medico gli avrebbe prescritto un antipiretico e un antisettico, ma “il genio della medicina” ha ribattuto dicendo che dava senza ombra di dubbio delle caramelle tipo le benagol? ?Si va bene zia però ha pure la febbre e dunque darà pure un antipiretico!? e LEI:?Ma cosa stai dicendo???!! Ma sei pazza a dire una cosa del genere??!? IO:?Boh, non lo so zia!? LEI:?Ecco brava se non sai le cose stai zitta, quando mio figlio aveva la febbre gli aveva prescritto solo un antisettico!? IO:?Va bene zia hai ragione tu!??.

MAH????????? BOH… BOH… BOH… ??? ??? ???

BOH!!!

???

ASPECIFICO O SPECIFICO? QUESTO E’ IL VERO PROBLEMA!

Studia Patrizia studia! Mi ripeto sempre.. Oggi mi sono messa a studiare e stò tentando ancora di farlo, ma sono ferma perché non riesco a capire se la fagocitosi è un meccanismo di difesa aspecifico o specifico, premetto che è un argomento che avevo già studiato l?anno scorso, però trovo delle contraddizioni faccio ricerche e nel mio libro di anatomia trovo che la fagocitosi e un meccanismo aspecifico come pure quello di microbiologia e quello di culture mediche-sanitarie, ma quello che mi fa dubbiare del tutto è un altro testo che possiedo che mi dice che la fagocitosi è un meccanismo di difesa specifico come pure l?interferone e il complemento.
Da quello che mi ricordo io nessuna di queste è un meccanismo specifico ma bensì aspecifico? Non ci capisco più nulla? Dovrei sostenere l?interrogazione domani ma mi sa tanto che lascio perdere? BOH!!!!

LA MEMORIA


Sono continuamente ripresa e sgridata da ogni tipo d?insegnate perché quando leggo un testo e mi dicono di ripetere cosa ho appena letto, ricordo poco o quasi nulla del brano.
Il fatto che non ricordi cosa ho appena letto, secondo me, può essere causato da dei fattori come: non mi ascolto neppure quando leggo; non trovo interesse in particolar modo in quella lettura.
Mi sento sempre rispondere che devo spremere di più le meningi e cercar di ricordare cosa ho appena letto. Per chi conosce già quel tipo di lettura ricordare viene facile, ma per chi lo legge per la prima volta e normale che ricordi solitamente le prime e le ultime parole del brano e perciò tutto quello che c?è nel mezzo non si riesce a ricordare.

Dalle poche cose che ho appreso dallo studio della psicologia questa è una di quelle, forse la memoria è uno dei pochi se non l?unico argomento che mi sia mai piaciuto e perciò l?ho approfondito.
Ho capito che se non riesco a ricordare tutti i passaggi per filo e per segno, sottoponendomi ad una sola lettura di un qualsiasi brano mai letto prima, non è che sono stupida ma è solo che la mia memoria non mi concede di memorizzare così tante informazioni in una volta sola e perciò tenderà a farmi ricordare solamente i primi e gli ultimi elementi del brano.

Hai capito??? Bene ora ripeti senza sbirciare!

PERCHE’ IL NOSTRO CORPO EMETTE GAS?

Sebbene naturale, da piccola mi sono sempre chiesta come mai si emetono flatulenze o scoreggie o gas o peti che dir si voglia e siccome lo trovo un argomento interessante ne faccio un post? e perché no!!!

So per certo che esistono due fattori che causano la flatulenza: 1-L?aria ingerita e 2-gas provenienti da batteri putrefatti.

L?ingerimento dell?aria può avvenire mentre si mangiai: mangiando troppo in fretta; o in stati d?amino particolari. L?aria passando dallo stomaco entra nell?intestino dove rimane intrappolata creando dei disturbi, il mangiare in cibo troppo in abbondanza sopraffa gli enzimi digestivi e perciò il cibo che il nostro intestino non riesce a digerire diventa terreno di crescita per i batteri putrefatti che sono responsabili della formazione del gas.
Gli alimenti che causano questo dolce odore sono i latticini, i fagioli e alcuni tipi di frutta e verdura.

Fin qui nulla di strano più o meno lo sappiamo tutti però questo fatto non lo sapevo:

Ovvero che un ricercatore ha dato l?incarico ad un laboratorio di microbiologia per effettuare delle verifiche sull?ipotesi che la flutulenza potesse diffondere microbi nell’aria, infettando perchiò l’ambiente circostante.
Dunque Sono stati piazzati contenitori in vetro (piastra di agar) a 5 centimetri dall’ano di un fanciullo di 8 anni. Il risultato dell’esperimento ha appurato che, a poche ore di distanza, sulla piastra di agar si sono formate al centro e tutto attorno intere colonie di germi.
Naturalmente questo esperimento ha avuto anche un riscontro positivistico nel campo della medicina e tutto questo per evitare complicazioni sul tavolo operatorio e questo perché questi gas sono dei buoni combustibili.

PIRANDELLO CHE BARBA!!!


Strano ma vero poco fa stavo leggendo la vita di Pirandello e anche i suoi romanzi come: Il fu Mattia Pascal e uno, nessuno, centomila.

Mentre leggevo non stavo neppure attenta alla mia stessa lettura, nella mai testa ronzavano mille pensieri tra cui: ci sarà una corriera alle 16:00 e: mi fa troppo male questo gelone.
Anche se dovrei farlo non riesco a rimanere concentrata e mentre leggevo sentivo una mia voce nella mia testa che parlava di tutt?altro e un rumore in sottofondo che a volte diceva: Pirandello bla bla bla è morto a bla bla bla, ha scritto bla bla bla……… Ca**o mi annoio!!! E meno male che lo stavo leggendo io?. Tra le tante cose che stavo pensando una e dico una domanda ha scavalcato tutti i miei pensieri e cioè: CHE MI DEVE FREGARE DI PIRANDELLO??? MA SOPRATTUTTO CHE MI DEVE FREGARE DELLA LETTERATURA IN GENERALE???????

CHE MI FREGA?
CHE MI FREGA?
CHE MI FREGA?
CHE MI FREGA?
CHE MI FREGA?
CHE MI FREGA?

Ma perché devo perdere tempo a studiare cose che tanto cancellerò e che senza dubbio non mi serviranno a niente? Poi è tempo sprecato! Ma perché non far studiare qualcosa di utile…. Qualcosa di interessante?

Una volta provai a chiedere alla mia insegnante l?utilità dello studiare la letteratura, pensando che chiedere è lecito, dunque alzai la mano e dissi:? Dovrei fare una domanda: Mi potrebbe spiegare qual è utilità dello studiare la letteratura?? Mi rispose:? Senti Patrizia, la letteratura è bellissima ed è una materia che ti aiuta a mantenere la mente allenata!? Mi sorrise e mi voltò le spalle, chissà forse non gli andava di sentire la mia opinione, ma comunque io lo dissi lo stesso:?Scusi prof, a me la letteratura non piace e poi perché cercar di mantenere la mente allenata proprio con degli argomenti noisi e oserei dire inutili?? Lei mi fece un sorriso forzato, anzi una sorta di smorfia e replicò con un tono alto:? Guarda che è una bellissima materia, come puoi dire che non ti piace?? Abbasai la testa e non risposi e quello fu l?anno che ripetei la III° .

Va beh ho capito a che gioco giocare e cioè studio per il voto, non mi interessa di tenere nella memoria argomenti che io ritengo inutili, occupano spazio.

COSA ODIO:


UOMINI:

Quelli perfettini;
Quelli che si truccano;
Quelli con l?alito cattivo;
Quelli che non si lavano;
Quelli che per forza ti vogliono dare un bacio e ti sbavano le guancie;
Quelli che ti stressano;
Quelli che si masturbano nella strada;
Quelli che non si cambiano le mutande;
Quelli che molestano le ragazzine;
Quelli che sputano per terra;
Quelli che sono tutto fumo e niente arrosto;
Quelli che fanno finta di ascoltare;
Quelli che fanno le cose e poi nascondono la mano;
Quelli che mangiano mentre parlano;
Quelli che non parlano;
Quelli che parlano troppo;
Quelli che parlano parlano ma non dicono un cazzo;
Quelli che parlano ma non si capisce un cazzo.

DONNE:

Quelle che quando camminano sculettano;
Quelle che curano solo all?aspetto esteriore;
Quelle che temono che l?unghia si spezzi
Quelle che non sanno ridere di gusto;
Quelle che si comportano da maschiacci;
Quelle che cercano in tutti i modi di attacar briga;
Quelle troppo sensibili;
Quelle che si lamentano sempre per tutto;
Quelle con le ascelle pelose;
Quelle con le ascelle che puzzano;
Quelle con i piedi che puzzano;
Quelle che si soffiano il naso e poi analizzano, di nascosto, il fazzoletto;
Quelle che ti guardano dalla testa ai piedi;
Quelle che vestono solo di marca;
Quelle che mangiano solo verdura perché si sentono grasse;
Quelle che fanno gli occhi dolci al tuo ragazzo;
Quelle vecchie di 80 anni che al mare si mettono in toples e il loro seno arriva alle ginocchia;
Quelle che al mare usano quei costumi super mini che al posto della mutanda normale hanno un filo interdentale che percorrre l?intera linea anale.

IN MACCHINA:

Quelli che giudano col telefonino in mano;
Quelli che giudano parlando al cellulare;
Quelli che quando sorpassano non mettono freccia;
Quelli che si parcheggiano per mezz?ora in doppia fila;
Quelli che parcheggiano nel posto riservato ai disabili;
Quelli che vanno a 30 Km/h in corsia di sorpasso;
Quelli che dormono al semaforo;
Quelli che si buttano a capofitto sulla tua macchina per lavarti i vetri;
Quelli che anche se dici di no insistono nel lavarteli;
Quelli che ti chiedono monetine al semaforo;
Quelli che suonano il clacson appena scatta il verde;
Quelli che suonano il clacson senza motivo;
Quelli che attraversano la strada senza guardare;
Quelli che ti rigano la macchina e fuggono via.

CANI E PADRONI:

Quelli che portano a spasso i pitbull rottweiler o dobermann senza la museruola;
Quelli che permettono al cane di cagarti e pisciarti il cancello;
Quelli che hanno 10 cani in una mano e altri 10 nell?altra ;
Quelli che ti saltano addosso ;
Quelli che sbavano e il padrone si compiace del gesto;
Quelli che ti chiedono di controllarli il cane per due minuti;
Quelli che maltrattano i loro cani;
Quelli che abbandonano il loro cane.

NELLA CORRIERA:

Quelli che ininterrottamente si baciano per tutto il tragitto;
Quelli che si lanciano palline di carta insalivate;
Quelli che occupano tutti i posti;
Quelli che usano profumi nauseabondi e abbondanti;
Quelli che nonostante vedendo la corriera strapiena di gente vogliono salire per forza;
Quelli che ti spingono per far la gara a chi entra per primo nella corriera;
Quelli che urlano invece di parlare normalmente;
Quelli che cantano in coro.

AL RISTORANTE:

Quando la pastasciutta e troppo cotta e sembra che si squagli in bocca;
Quando il coltello non taglia;
Quando senti quello al tuo fianco sbofoncchiare;
Quando ti portano un piatto dove da mangiare c?è ben poco e poi ti viene a costare un?occhio della testa;
Quando le posate sono sporche;
Quando tra un pasto e l?altro devi aspettare due ore;
Quando ti arriva il piatto e la pietanza ha un sapore particolarmente strano.

NEI BAGNI PUBBLICI:

Quando mi viene da pisciare e tutti i bagni sono occupati;
Quando pisciano in terra;
Quando defecano e non fanno scendere l?acqua;
Quando fai scendere l?acqua ma ?lui? rimane sempre lì;
Quando non c?è la carta igienica;
Quando tentano di entrare nel bagno, nonostante vedano la porta chiusa, e senza prima bussare;
Quando vedo tampax e assorbenti sporchi sparsi nel bagno;
Quando si scaccolano e attaccano i topi nel muro;
Quando non c?è il sapone per lavarti le mani;
Quando vedo quelle stupide scritte: B & G friends 4 ever.

IL POMO DELLA DISCORDIA



Ho sempre conosciuto una leggenda riguardante il pomo della discordia, ma me ne stupisco sempre quando qualcuno cerca di aizzare continuamente litigi, pettegolezzi e malignità?.
Associo la discordia alla figura femminile perché è sempre pronta a seminare zizzagna, e a essere felice dei buon risultati che ottiene.
La discordia parte sempre da una bocca (femminile si intende) per poi, piano piano, propagarsi e da una diventano dieci, cento, mille le donne che seminano malelingue e contribuiscono in qualche modo a peggiorare la situazione.

COSA FACCIO IN QUESTI CASI???

In genere ignoro sempre le persone che tendono a manifestare questa forma di invidia ,o anche di odio, verso gli altri, certo non nego che la cosa un pocchino mi pizzica anche perché la maggior parte delle cose che si sentono in giro sono calugine, falsità ma comunque cerco di non ascoltare anche perché le donne, per me, sono come i cani= SE ABBAIA UNA ALLORA ABBAIANO TUTTE, quindi mi incasso tutte le cavolate stragalattiche che spargono in giro per poi, con ansia, aspettare di ripagare con altrettanta moneta e se il danno che infliggerò loro sarà ancora più grave allora ben venga, vorrà dire che ci penseranno due, tre, quattro e anche cinque volte a spargere voci maligne sul mio conto.

Una precisazione: Anche l?uomo naturalmente fa la sua parte e se è veramente cattivo sarà allora lui a iniziare a seminare discordia e quando si ci mettono gli uomini sanno essere anche molto più persuasivi delle donne.

E’ solo uno sfogo scusate


Sto? antipatica alla mia professoressa di alimentazione lo dico perché ho capito che non vuole che mi prenda questo diploma, le stavo già antipatica in terza quando facevo chimica organica (tutto l?anno ho avuto 2 con lei, non l?ho mai studiata questa materia), ma adesso che sono in quinta e faccio scienze dell?alimentazione con lei come insegnante si è legata al dito il fatto che non studiavo la chimica organica? Ne ho avuto la conferma quando ha affermato che non è possibile che mi possa prendere il diploma senza avere basi di chimica organica…..
? Ormai sono nel suo mirino e farà di tutto per non farmelo prendere stò diploma, sarò sincera non sono una studentessa modello… anzi, ma lei di sicuro non è una brava insegnante e neanche una brava persona, questo non lo dico perché non vuole farmi diplomare ma perché le sue spiegazioni non le capisco, sembra un?anima in pena quando spiega è quasi sofferente è così tedioso e triste ascoltare una sua spiegazione che anche il solo vederla mi fa venire tentazioni suicide, ti passa quasi la voglia di vivere, la giudico una persona cinica e senza cuore è cattiva fa sempre quelle maledette battutine crudeli che ti fanno sentire una persona insignificante, un essere inutile alla generazione umana, naturalmente non posso neppure rispondere perché chi ha il coltello dalla parte del manico è lei, ma la cosa più incredibile è che non è solo lei così, la maggior parte dei professori che ho avuto (non tutti per fortuna) se sbagliavo o non sapevo qualcosa APRITI CIELO!
Ma allora stò pagando per una istruzione si o no? E a voi (professori) vi stanno pagando per istruirmi oppure no? Se non faccio male i conti la risposta dovrebbe essere SI, bene e allora perché date tutto per scontato??? Perché pensate che il solo fatto che voi abbiate determinate conoscenze le debba per forza sapere anch?io senza che nessuno me lo insegni???? Lo fate come se non ci foste mai passati, come se il ricordo di essere stati alunni non esiste? Se non erro siete pure voi partiti da zero, non credo che siete nate imparate, c?è stato qualcuno che vi ha insegnato le cose e voi piano piano avete imparato, dunque abbiate pazienza e non date tutto per scontato, infondo fare gli insegnati è il vostro lavoro e allora FATELO BENE e se non volete farlo o se lo fate soltanto perché è l?unico lavoro che avete trovato e che continuate a fare per ricevere uno stipendio, alzate i tacchi e lasciate la cattedra a qualcuno che di sicuro ha più voglia di voi di fare questo lavoro

Come va letta la bussola?


Che nervoso! Che nervoso! Che nervoso! Che nervoso! Che nervoso! Che nervoso!

NON CI CAPISCO UN CAVOLOOOOOOOOOOOO, stò studiando per farmi sta benedetta patente nautica ma non capisco come accidenti si legge la bussola, fin ora ho capito solo che la bussola è uno strumento che consente di rilevare la direzione seguita e che indica la direzione del campo magnetico che la investe ma non capisco che ca**o sia la : LINEA DI FEDE!!! Leggo leggo ma continuo a non capire?.

?Accetto consigli e chiarimenti? Grazie

Auguri mamma

Tantissimi auguri mamma, anche se so che non posso farteli di persona tantissimi auguri.

Oggi avresti festeggiato il tuo compleanno, ma non li puoi festeggiare come fanno tutti: in famiglia con la torta e le candeline con abbracci, regali e baci? Li festeggerai chissà dove, chissà come, chissà con chi forse con nonno, forse con amici e conoscenti, ma non qui purtroppo? Dunque a noi è stata negata la fortuna di conoscerti e a te il regalo di averci.
Sei andata via troppo presto non è giusto!

Ieri ne stavo parlando con papà e mentre parlava di te i suoi occhi erano lucidi lucidi, mi sono accorta che tratteneva le lacrime, quanto mi dispiace vederlo così mi domando sempre cosa avrà dovuto sopportare e come è riuscito a non mollare.

Cara mamma perché quel giorno sei salita in macchina??? Perché Dio ti ha portato via??? Perché, voglio sapere il perché? Cosa abbiamo fatto di male per avere questo dolore?
Tutto ciò che mi rimane sono solo le tue foto, i quattro ricordi che cerco di tenere stretti ma che col tempo si fanno sempre più sfocati e i racconti che parlano di te, di chi eri e di cosa hai fatto nella tua vita.

Vorrei festeggiare il tuo compleanno ma non posso, risulta essere un giorno come un altro? Un altro giorno senza te.

Arrivederci mamma